F1 2014: Test Ufficiali poco significativi per le gomme. Pirelli aspetta il Bahrain

OFFERTE GOMME AUTO: Pneumatici ESTIVI 2019

MODELLO

IMPIEGO

PREZZO

Michelin Primacy 4ESTIVO

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Sport 4 SUVESTIVO

Mostra Prezzo

Bridgestone Turanza T005ESTIVO

Mostra Prezzo

Goodyear Efficient Grip PerformanceESTIVO

Mostra Prezzo

Michelin Primacy 4ESTIVO

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Sport 4 SUVESTIVO

Mostra Prezzo

Firestone RoadhawkESTIVO

Mostra Prezzo

Hankook Kinergy Eco 2ESTIVO

Mostra Prezzo

Michelin Primacy 4ESTIVO

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Sport 4 SUVESTIVO

Mostra Prezzo

Kumho Ecowing ES01ESTIVO

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato P1 VerdeESTIVO

Mostra Prezzo


La nuova era della Formula Uno ha preso il via con i quattro giorni di test a Jerez, a cui seguiranno altre due sessioni in Bahrain il mese prossimo. Sul circuito spagnolo le squadre hanno provato per la prima volta le loro monoposto con le nuove gomme 2014. I team hanno dovuto affrontare numerose rivoluzioni tecniche, e questo ha ridotto il numero di giri in pista e limitato il lavoro sulle gomme.

Tuttavia, le squadre hanno avuto un primo assaggio della gamma di pneumatici Pirelli 2014, caratterizzata da nuove mescole e nuove costruzioni. La pioggia caduta il secondo giorno ha dato ai team anche l’opportunità di provare le gomme da bagnato, Cinturato full wet e Cinturato Intermediate. In aggiunta, Pirelli ha messo a disposizione una speciale versione ‘invernale’ della mescola hard, particolarmente indicata per offrire prestazioni ottimali anche nelle basse temperature di Jerez, scese fino a sei gradi centigradi .

Pirelli-F1-2014-3

Notizie dai test:

Il primo giorno di test, martedì, è stato molto tranquillo, con soli 93 giri completati da otto piloti. Negli altri giorni, i team hanno effettuato via via più giri. L’ultimo giorno è stato il più movimentato, con 688 giri completati.

Le squadre hanno avuto a disposizione un massimo di 25 set di pneumatici ciascuno. 18 di questi set sono stati selezionati da Pirelli (sei ‘winter’, quattro hard, due medie, tre intermedie e tre full wet). Alle squadre è stato poi consentito di scegliere in anticipo altri sette treni di gomme, fino ad un massimo di 25. In totale, ciascun team ha a disposizione a scopo di test 135 set di pneumatici per tutto il 2014.

A causa del numero importante di variabili inedite, non si è registrata nessuna differenza significativa di tempo tra le diverse mescole. Dati più indicativi emergeranno dai test in Bahrain, dove sono attese tutte le squadre.

22 piloti hanno partecipato ai test di Jerez, completando 1,470 giri per un totale di 6,509 kilometri. Mentre negli stessi test a Jerez dello scorso anno sono stati completati 3,531 giri per un totale di 15,634 kilometri. Il pilota Kevin Magnussen, McLaren, ha segnato il tempo più velece, con 1m23.276s, giovedi. Lo scorso anno il più veloce fu Felipe Massa, alla guida di una Ferrari, con 1m17.879s. Quest’anno, il maggior numero di giri, 188, è stato effettuato da Nico Rosberg, Mercedes.

Paul Hembery, direttore Motorsport Pirelli: “L’attenzione di questi test non è stata focalizzata sulle gomme: le squadre hanno cercato semplicemente di familiarizzare con i molti cambiamenti tecnici, dall’introduzione delle nuove power unit alle nuove regole aerodinamiche, e di conoscere di più le loro monoposto. Dai prossimi test in Bahrain probabilmente si concentreranno di più sulle gomme, dopo due settimane passate a sviluppare le monoposto e a rimediare ad eventuali problemi emersi a Jerez. Anche noi siamo completamente aperti, flessibili e pronti ad adattare i nostri pneumatici dopo i risultati, più significativi, dei test in Bahrain. Quest’anno i regolamenti hanno previsto una giornata dedicata completamente ai test su bagnato, che si sono svolti mercoledì mattina. Altra pioggia è caduta anche venerdì, consentendo ai team di provare ancora le gomme da bagnato”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.