OFFERTE GOMME AUTO: Pneumatici INVERNALI 2019

MODELLO

IMPIEGO

PREZZO

Michelin Alpin 6INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Alpin 5INVERNALE

Mostra Prezzo

Dunlop Winter Response 2INVERNALE

Mostra Prezzo

Kleber Krisalp HP3INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin Alpin 6INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Alpin 5 SUVINVERNALE

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato WinterINVERNALE

Mostra Prezzo

Continental WinterContact TS860INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin Alpin 6INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Alpin 5 SUVINVERNALE

Mostra Prezzo

Hankook Winter icept RS2 W452INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin Alpin A4INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin Alpin 6INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Alpin 5 SUVINVERNALE

Mostra Prezzo

Falken Eurowinter HS01INVERNALE

Mostra Prezzo

Vredestein Snowtrac 5INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin Alpin 6INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Alpin 5 SUVINVERNALE

Mostra Prezzo

Goodyear Ultragrip 9INVERNALE

Mostra Prezzo

Nokian WR D4INVERNALE

Mostra Prezzo


Il pilota Red Bull, Sebastian Vettel, ha conquistato la sua prima vittoria della stagione dopo una battaglia emozionante con il suo compagno di squadra Mark Webber, durante la quale entrambi i piloti hanno utilizzato tre delle mescole messe a disposizione da Pirelli – Cinturato Green intermediate, P Zero Orange hard e P Zero White medium – anche se in ordine diverso. Tutti i piloti hanno iniziato la gara, e corso il primo stint, con gli pneumatici Cinturato Green intermediate, adatti in caso di pioggia leggera. Questo ha fatto venir meno l’obbligo di utilizzare entrambe le mescole slick scelte per la Malesia.

f1-gp-malesia-2013-22

 

I primi cinque piloti hanno effettuato tutti quattro soste. Il pilota della Lotus, Romain Grosjean, è stato il pilota più alto in classifica a fare solo tre pit stop, finendo in sesta posizione davanti al suo compagno di squadra Kimi Raikkonen.

Il direttore Motorsport Pirelli, Paul Hembery: “La pioggia caduta poco prima della partenza ha scompigliato le strategie, costringendo le squadre a reagire rapidamente alle mutate condizioni meteo e a prevedere i vari livelli di grip nel primo stint. Una volta che la pista si è asciugata, abbiamo visto approcci differenti da parte delle squadre che hanno usato la mescola dura e la mescola media in modi diversi. La Mercedes è stata la prima ad usare la strategia per interporsi alle Red Bull. Abbiamo assistito ad un alto degrado, ma è ciò che ci aspettavamo qui in Malesia, data la natura estrema della pista e un aumento delle performance della nostra gamma di pneumatici 2013 . Ma siamo solo al secondo Gran Premio della stagione, e l’esperienza degli scorsi anni ha dimostrato che, man mano che il Campionato va avanti e le vetture vengono ulteriormente definite,  le squadre imparano rapidamente il comportamento degli pneumatici. Sono sicuro che è quanto succederà anche quest’anno”.

La strategia vincente – La strategia vincente si è dimostrata essere diversa rispetto a quella che avevamo previsto: 4 soste invece delle 3 ipotizzate da noi ieri.
Ma la pioggia a inizio gara ha alterato qualsiasi previsione, obbligando i Team a un primo stint su gomme da bagnato. Al termine del suo stint con le Intermedie, Vettel ha montato al quinto giro un nuovo set di gomme medie, per poi passare ad un set di gomme dure al ventiduesimo giro, seguito da un nuovo set di dure al trentaduesimo giro e da un set finale di gomme medie al quarantaduesimo giro. La miglior strategia ipotizzata da noi ieri, prevedeva invece:  partire con gomme medie, passare alle dure al nono giro, montare un nuovo set di dure al venticinquesimo giro ed effettuare una sosta finale al quarantesimo giro per montare un set di dure.
Comunque, per il suo stint finale, Vettel ha scelto di montare le più veloci gomme medie.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.