Autore | Profilo Google+ |

Vacanze, milioni di turisti in auto: ecco qualche consiglio per viaggiare in sicurezza

Come ogni anno, il mese di agosto è dedicato alle tanto attese ferie: secondo le ultime stime, sono circa 33 milioni i nostri connazionali che si concederanno un periodo di vacanza, spostandosi in prevalenza in auto per raggiungere le destinazioni scelte, che siano in Italia o all’estero.

;
;
300x250_2014-01-02_gommadiretto_it_winter

Viaggiare in auto. Altra tradizione è quella dei consigli destinati agli automobilisti, per cercare di rendere quanto più agevole e sicuro possibile l’esodo agostano: un tema piuttosto delicato, a cui non vogliamo sottrarci, anche perché – come vedremo – sono davvero allarmanti i numeri che arrivano da fonti ufficiali, relativi sia agli incidenti che avvengono sulle nostre strade che alla scarsa cura che i guidatori tricolore dedicano alle gomme, unico punto di contatto tra le auto e il suolo e, dunque, prioritario dispositivo di sicurezza attiva.

I consigli di base per chi si sposta in auto. I suggerimenti per chi affronta lo spostamento in auto sono piuttosto semplici e si rifanno innanzitutto al buon senso: il primo “must” è controllare che il proprio veicolo sia efficiente e completo nelle dotazioni di sicurezza; inoltre, lo stesso guidatore deve mettersi al volante in condizioni fisiche ottimali ed effettuare soste al momento opportuno, per evitare colpi di sonno e stanchezza; in generale, poi, è necessario mantenere alta la concentrazione alla guida e effettuare ogni manovra con prudenza.

Le regole per chi guida all’estero. Questi consigli, come spiega l’approfondimento del portale Infomotori, valgono sia per quanti viaggiano sul nostro territorio nazionale che per chi invece decide di uscire fuori dai confini italiani: in questo caso, però, è bene anche informarsi sulle regole specifiche della circolazione nel Paese estero scelto come meta per le proprie vacanze, per evitare “sorprese” e spostarsi sempre con tranquillità.

Poca attenzione alle gomme. Abbiamo citato le gomme: proprio su questo tema si concentra ormai da oltre quindici anni l’azione di Vacanze Sicure, la campagna di sensibilizzazione voluta dalle principali associazioni italiane del settore pneumatici in collaborazione con il servizio di Polizia Stradale, basata su una serie di controlli a tappeto in alcune regioni d’Italia scelte a rotazione per scoprire quali sono le tendenze degli automobilisti circa appunto le coperture utilizzate.

I dati ufficiali. I dati non fanno certo ben sperare, visto che nei circa 13 mila controlli eseguiti dalla Polstrada il 15 per cento delle auto fermate circolava con almeno una non conformità riguardante gli pneumatici; vale a dire che in un caso su sei si verifica nel nostro Paese una irregolarità sulle gomme, e la questione diventa ancora più allarmante aggiungendo il carico delle “mancate revisioni“, che porta il totale degli illeciti al 20 per cento del parco auto nazionale. Ovvero, trasportando le percentuali al numero complessivo di veicoli circolanti in Italia (circa 37 milioni), significa che ci sono più di 7 milioni di veicoli “irregolari“.

Le norme della circolazione. Tra l’altro, come ricordato dai responsabili della campagna Vacanze Sicure 2017, con l’introduzione del reato di omicidio stradale l’automobilista può essere imputato anche se non ha provveduto alla corretta manutenzione della vettura e di un suo dispositivo di sicurezza, proprio come gli pneumatici: pertanto, viaggiare con gomme lisce, non omologate o non corrispondenti alla carta di circolazione (gli “illeciti” più frequenti) è un pericolo doppio per sé e per gli altri.

La sicurezza prima di tutto. Parlando (purtroppo) di incidenti, è sempre la Polizia a rivelare che nel primo semestre del 2017 sono praticamente raddoppiati quelli gravi, mentre il rapporto Aci-Istat sul 2016 spiega che nel corso dell’anno scorso sono diminuiti le vittime di incidenti mortali, ma il numero totale degli episodi è aumentato rispetto al passato. Insomma, anche chi si prepara alle vacanze e a un momento che dovrebbe essere di serenità non può trascurare quelle che sono le norme basilari della sicurezza.

;

Tags:

;

ULTIMI ARTICOLI IN Attualità

 
 

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *